Lettera di Daniela B. per emorroidi

Egregio Professore, le scrivo dopo due anni per contribuire con la mia esperienza a fare chiarezza: soffrire per le emorroidi è semplicemente folle ma comprendo la paura di un intervento con quello che si sente e si legge. Quando una mia amica mi consigliò il suo nome, mi sembrò assurdo dovermi recare in una città così lontana per trovare una soluzione ad un problema che mi accompagnava da anni e che mi terrorizzava ogni giorno al momento di recarmi in bagno; la mia vita professionale e di donna era limitata e logorata. Mio marito non mi cercava più da molto tempo e mi confesso’, poichéè le mie escrescenze lo disgustavano (anche il cattivo odore di cui io però non mi accorgevo). Venni da lei scettica e diffidente: avevo sentito e letto di sofferenze indicibili dopo l’operazione per emorroidi e volli verificare quello che la mia amica mi aveva raccontato della sua esperienza. Bene: tutto si svolse come Lei mi aveva prospettato: entrai in clinica la mattina e, fatte le analisi, dopo poche ore subii l’intervento che in un ora mi restituì una vita normale. Io avevo scelto l’anestesia generale che si dissolse immediatamente al mio risveglio, permettendomi di recuperare subito. Mi toccai subito, appena sveglia, e cercai ma non trovai più nulla , anzi il piano anale era addirittura risalito come quando ero ragazza. Non ebbi alcun dolore: sentivo solo la presenza della parte ed un disagio che scomparve dopo poche ore. Fui dimessa la mattina dopo e ripresi subito ogni mia attività ma l’ansia della prima defecazione si dissolse subito poiché mi espressi agevolmente senza alcun fastidio. Ritornata a casa, le telefonai spesso, ma più per sentirmi tutelata che per reale necessità, poiché la mia vita tornò subito nella normalità; mi sembrava un sogno. Voglio ringraziarla ancora poiché due anni sono pochi o tanti ma da allora non ho avuto più alcun fastidio e la mia estetica è ancora perfetta.” D.ssa Daniela B. – Padova

Le esperienze dei pazienti 

operati dal Dott. Lucchese

LEGGI QUI