1. Prenota la visita
  2. Che problemi riscontri?
  3. *
  4. *
  5. *
  6. *
  7. CAPTCHA
 

La funzione quotidiana e i suoi disturbi

wc d'oro
Può capitare, talvolta, di non riuscire a contenere i nostri gas intestinali o trovare sporca o umida quella parte che avevamo pulito accuratamente .

L’ano ha un apparato sfinteriale muscolare per i solidi mentre per i liquami ed i gas provvedono le vene emorroidarie che sono poste sotto la mucosa ; è come quando abbiamo la bocca distesa da un grosso sorso d’acqua : non cade, ma se sporgiamo un pò il labbro inferiore, scola via .

Questo avviene quando la mucosa non è perfettamente simmetrica, quando vi siano grinze o pliche o noduli, anche piccoli : è come una guarnizione che non chiuda bene.

In questi casi vi possono essere piccole perdite o scolo di piccole quantità liquami che rendono l’ano umido e provocano cattivo odore , quasi sempre non percepibile dalla persona ma , purtroppo, chiaramente percepito  dal partner che non sempre lo riferisce ma tace e spesso evita il rapporto.

Non basta l’estrema cura nell’igiene perché spesso non ce ne accorgiamo : basta un minimo sforzo, un colpo di tosse, uno starnuto o il sonno per provocare un minimo  scolo di liquame o di gas.

Viene chiamato soiling ed è molto più frequente di  quanto si creda.

Altre volte, invece, può verificarsi lo stimolo urgente a recarsi a fare popò, ovvero l’urgenza  che impedisce di rinviare l’atto,  come quando si abbia la diarrea .

Questa situazione mantiene la persona sempre in uno stato di tensione e la condiziona nella sua socialità per timore dello stimolo imperioso ed incoercibile.

Queste persone spesso si forzano ad andare in bagno al mattino ,  sforzandosi e impiegando ogni artificio, anche senza stimolo, per timore di averlo imperioso in altri momenti della loro giornata : la loro vita viene condizionata pesantemente.

Quasi sempre la causa risiede in una infiammazione del retto  – proctite – o in una patologia emorroidaria misconosciuta.

Molto più spesso, invece, la persona riferisce che sembra che quello che sta per uscire si blocchi nel canale e , poi, sforzandosi, esce a pezzi o sottile come una matita.

In  questi casi si ha la sensazione chiara di svuotamento incompleto e la necessità di ritornare in bagno durante la giornata.

Quando siano presenti i sintomi che vi ho esposto, è indispensabile avere una diagnosi precisa; è sufficiente una visita specialistica con un accurata anoscopia per far recedere o curare correttamente i disturbi ed evitare imbarazzo o danni maggiori e ritrovare la libertà ed il benessere.

 

 

Le esperienze dei pazienti 

operati dal Dott. Lucchese

LEGGI QUI