Prenota la visita

Che problemi riscontri?

Persona operata in prolasso rettale emorridarioDefecazione incompletaDefecazione ostruitaStitichezza incoercibile






Malattie ano-rettali

I problemi estetici e di pudore

Le malattie ano-rettali provocano situazioni di dolore e di disagio e possono condizionare la vita dei pazienti, talvolta anche gravemente, e spesso anche con conseguenze e complicanze. È necessaria una corretta informazione poichè i termini vengono adoperati spesso inadeguatamente. Pertanto, se volete saperne di più su un termine medico, in questo sito è a vostra disposizione il Dizionario dei termini medici.

La donna, pur avvezza alle problematiche del ciclo e dei disordini ginecologici o alle esperienze della gravidanza del parto, si rivela molto più sensibile ed attenta alle variazioni funzionali del corpo ed a quelle estetiche, ma spesso conosce solo il proprio corpo e la propria intimità.

 

La Normalità

Ognuno di noi conosce se stesso e la propria intimità ma non con conosce quale sia la normalità e, quindi, non può paragonarla alla propria. E’ importante avere specifiche nozioni poichè spesso non ci accorgiamo di alcune situazioni locali che vengono taciute dal partner per rispetto e pudore ma sono spesso sgradite o motivo di forte disagio. Talvolta persino un particolare odore proprio, spesso dovuto alle secrezioni vaginali o dell’ano, non è percepito dalla donna ma può provocare nel partner forte repulsione sino alla cessazione dell’intimità.

La conformazione anatomica del piano perineale

CONDIZONI DI NORMALITA’: LA CUTE SCOMPARE NEL FORAME ANALE; NON SI NOTANO PLICHE, ESCRESCENZE, VENE O GRINZE MA SOLO CUTE SANA. SI NOTI, INOLTRE, COME L’ANO SIA POSTO ALL’APICE DI UN CONO CHE TENDE A SCOMPARIRE CONSEGUENTEMENTE ALLA DISCESA DEL PIANO PERINEALE.

In presenza di sintomi localizzati all’ano o all’osso sacro – senso di peso, prurito, tracce di sangue o muco nelle feci, bruciore, ecc. –  spesso l’esame esterno dell’ano non mostra apparentemente alterazioni: solo una visita specialistica accurata riesce ad evidenziarne la causa.

Questa giovane madre di 27 anni, dopo il parto, accusava dolori anali con tracce di sangue e, soprattutto, prurito. Lavandosi sentiva qualcosa che guardandosi non riusciva ad evidenziare; anche quando svolgeva uno sforzo, sentiva un senso di peso anale che però all’esame non mostrava nulla.

Solo con una accurata visita specialistica si è evidenziato, sotto pensamento, un prolasso importante che è stato trattato chirurgicamente con metodo indolore, radicale, senza medicazioni e con un solo giorno di ricovero.

Osserviamo ora il caso di un giovane sportivo che lavandosi, specie dopo una attività sportiva o dopo la defecazione, sentiva “qualcosa” all’ano.

Anche in questo caso una visita specialistica accurata è riuscita ad evidenziare un importante prolasso che, trattato sempre con metodo radicale, senza dolore nè medicazioni, è guarito perfettamente.

Vediamo ora alcuni casi di malattia per comprendere quali possano essere i sintomi ed anche quale impatto estetico possano avere sia in noi che nel nostro partner: i casi sono relativi a Pazienti tutti in giovane età (25-50 anni), limitati anche gravemente nel lavoro, nell’intimità e nell’amor proprio.
Sono molto più frequenti di quanto si possa credere, quando la visita è realmente accurata.

 

 

Le esperienze dei pazienti 

operati dal Dott. Lucchese

LEGGI QUI