1. Prenota la visita
  2. Che problemi riscontri?
  3. *
  4. *
  5. *
  6. *
  7. CAPTCHA
 

Coliche epatiche? Forse la colecisti non funziona bene!

La colecisti è la vescichetta collegata alle vie biliari, ove viene concentrata la bile prodotta dal fegato e deputata a digerire i cibi grassi.
Il dolore addominale localizzato a destra o al centro, della durata di almeno mezz’ora, abbastanza forte e fastidioso, specie se irradiato alla spalla destra, può essere espressione di una colica epatica ovvero della colecisti che non funziona bene e può aver formato sabbia biliare o calcoli nel suo lume.

ColicheSpesso sono presenti sintomi digestivi di meteorismo o difficoltà a digerire, specie cibi grassi, fritti, uova o cioccolata.
Se oltre ai dolori indicati è presente febbre, specie con brivido, allora possono esservi complicanze infiammatorie della colecisti; se le urine divengono color marsala, le feci molto chiare e la pelle gialla (ittero) vi posso essere calcoli nello “scarico “ delle vie biliari che possono provocare complicanze gravi come la pancreatite acuta .

Valutare le condizione della colecisti è molto semplice: basta un ecografia epatica che permette, oltre che di individuare la presenza di calcoli, anche di definirne numero e dimensioni.
Il fango biliare è più spesso una diagnosi esclusivamente ecografica in soggetti asintomatici: poltiglia stipata nella parte più declive della colecisti, mobile quando si faccia variare la posizione del paziente.
La cura deve essere indicata da uno specialista esperto che permetta di gestire le varie fasi della malattia .
Quando è presente una grave sintomatologia dolorosa (coliche biliari frequenti e severe) è necessaria la terapia chirurgica che attualmente si esegue con tecnica laparoscopica, quando possibile, sicura ed efficace.
Particolare attenzione alle donne in gravidanza in cui la calcolosi sintomatica espone ad un incremento dei rischi.
In pazienti anziani, oltre i 65 anni di età, la terapia chirurgica dovrebbe essere effettuata all’esordio dei sintomi, il più presto possibile, poiché in questi casi è presente un alto tasso di complicanze.

In caso di colica epatica o addominale, è comunque prudente interpellare il proprio medico poiché vi sono molte malattie (ulcera, appendicite, pancreatite, colica renale, ecc. ) che esordiscono spesso con sintomi apparentemente simili.

Le esperienze dei pazienti 

operati dal Dott. Lucchese

LEGGI QUI