Meteorismo: sintomi, dieta e consigli

MeteorismoIl è uno dei disturbi più frequenti e fastidiosi. E’ normale eliminare il gas in eccesso, anche se ciò può rivelarsi scomodo ed imbarazzante, tramite eruttazione e flatulenza. La normale produzione giornaliera di gas varia da 0.5 l a 2 l e viene eliminato mediamente 14 volte al giorno tramite l’ano.
L’odore sgradevole deriva dai batteri nel grande intestino che rilasciano piccole quantità di gas contenenti zolfo. Comprendere le cause, i modi per ridurre i sintomi ed il trattamento più idoneo ci aiuterà a trovare sollievo.

Sintomi e problemi del meteorismo:

  • flatulenza;
  • gonfiore addominale;
  • dolore addominale;
  • eruttazione.

Alimenti che causano meteorismo

I carboidrati (zuccheri) formano gas mentre, al contrario, i grassi e le proteine sono causa di quantità trascurabili. Il lattosio è lo zucchero naturale del latte, è presente nel formaggio e nel gelato ed in molti prodotti alimentari trasformati come pane, cereali, insalata e condimenti. Molti di noi possono avere un basso livello di lattasi (è l’enzima necessario per digerire il lattosio) dopo l’infanzia. Inoltre con l’età i livelli enzimatici possono diminuire: la conseguenza è che si rileva la presenza di notevoli quantità di gas dopo aver mangiato alimenti che contengono lattosio. La maggior parte degli amidi, comprese le patate, il grano e la pasta, producono gas, mentre il riso è l’unico alimento contenente amido che non provoca gas.

Molti alimenti contengono fibre solubili ed insolubili

La fibra solubile si scioglie facilmente nel colon causando gas ed assume una consistenza gelatinosa: si trova nella crusca di avena, nei fagioli, nei piselli e nella maggior parte della frutta.
La fibra insolubile passa essenzialmente immutata attraverso l’intestino e produce poco gas. La crusca di frumento e alcune verdure contengono questo tipo di fibra.

I sintomi del meteorismo però possono essere causati anche da malattie. In questo caso per verificare tale situazione dobbiamo analizzare le abitudini alimentari e considerare i sintomi per escludere malattie. E’ utile tenere un diario degli alimenti e delle bevande consumate per un determinato periodo di tempo; ad es. evitare i prodotti lattiero – caseari per un periodo. Nel sospetto di intolleranza al lattosio, si può eseguire un banale test del sangue. Consigliamoci con il nostro medico: un attento riesame della dieta e della la quantità del cibo possono eliminare sintomi provocati da determinati alimenti.

Consigli per alleviare i disturbi del meteorismo

  • Mangiare lentamente e senza parlare;
  • Evitare di parlare velocemente (attenti alle gomme da masticare!)
  • Abolire o ridurre il fumo (che introduce aria);
  • Evitare gli stress;
  • Non coricarsi dopo i pasti;
  • Fare attività fisica;
  • Evitare pasti abbondanti, ricchi di zuccheri, bevande gassate, fritture. Limitare i grassi;
  • Bere tisane – di finocchio, sedano o menta (eliminano i gas);
  • Usare carbone vegetale (cattura il gas nell’intestino);
  • Usare ciclicamente fermenti lattici: riequilibria la flora batterica;
  • Cuocere sempre la verdura: le fibre sono così parzialmente digerite alleggerendo il lavoro dei batteri intestinali.
Alimenti che inducono meteorismo: da evitare
  • Latte, formaggi teneri, ricotta;Meteorismo dieta
  • Insaccati;
  • Cipolla, cavolo, rapa, verza, cavolfiore, aglio, peperoni, radici amare, melanzane, minestre di verdura;
  • Cereali e derivati integrali;
  • Legumi;
  • Cibi ricchi di aria (panna montata, frappè);
  • Spezie;
  • Brodo di carne;
  • Frutta secca e oleosa;
  • Dolcificanti contenenti sorbitolo, mannitolo, xilitolo.
Alimenti concessi
  • Formaggi stagionati es: grana, groviera, emmental, asiago;
  • Prosciutto magro, culatello, bresaola, fiocchetto;
  • Frutta: mele, banane, spremute filtrate di agrumi.

Le esperienze dei pazienti 

operati dal Dott. Lucchese

LEGGI QUI