Cosa sono le fistole perianali?

Le fistole perianali sono piccoli tunnel, anche numerosi, che mettono in comunicazione la cute intorno all’ano (perianale) con l’interno del canale anale. Talvolta l’uso di molta carta igienica e l’azione chimica di eccessive cure detergenti possono provocare irritazione della regione ano-perianale; una banale microlesione prodotta con un’unghia durante la detersione intima può provocare una piccola ferita della mucosa anale ed innescare l’irritazione che, per azione dei numerosi batteri, per l’ambente caldo, umido ed infetto, si approfondisce nei tessuti molli in modo variabile e può evolvere poi in un ascesso e , quindi, in fistola a tramite variabile anche molteplici. La storia … Continua a leggere

Dizionario dei termini medici

Aderenza: congiungimento anormale di origine infiammatoria o cicatriziale tra due segmenti di organi normalmente separati. Afta: una piccola ulcera circolare sovrastante un follicolo linfoide, come nelle ulcere aftoidi. Amenorrea: assenza del ciclo mestruale. Amilasi: enzima di origine salivare o pancreatica che permette la digestione dell’amido. Aminoacido: molecola il cui assemblaggio in sequenza costituisce una proteina e che contiene sempre un atomo di azoto. Anabolismo: insieme di processi di sintesi, di formazione di riserve, soprattutto proteiche sotto forma di muscolo. Anastomosi: collegamento, raccordo chirurgico di due condotti, come due segmenti del tubo digerente. Anatomo-patologo: medico esperto nella diagnosi delle malattie sulla base dello studio delle cellule al microscopio. Ano (sfintere anale): … Continua a leggere

Prurito anale

Il prurito anale è un sintomo fastidioso che può manifestarsi, di solito per sudorazione eccessiva, durante la notte, nei periodi caldi dell’anno o dopo un esercizio fisico.  Nei bambini il prurito anale può essere espressione di infezioni parassitarie insorte per trasmissione oro-fecale. Il prurito anale è dovuto ai parassiti e alla reazione infiammatoria cutanea che provocano le loro larve. Spesso molte persone non presentano sintomi, in molte altre si possono avere anche superinfezioni. Il prurito, specie quando sia intenso, provoca la necessità di grattarsi e, spesso, lesioni da grattamento che, in un circolo vizioso, possono aumentare il prurito stesso. Cause frequenti del prurito anale: scarsa igiene lesioni cutanee da indumenti sudorazione … Continua a leggere

Malattie ano-rettali

I problemi estetici e di pudore Le malattie ano-rettali provocano situazioni di dolore e di disagio e possono condizionare la vita dei pazienti, talvolta anche gravemente, e spesso anche con conseguenze e complicanze. È necessaria una corretta informazione poichè i termini vengono adoperati spesso inadeguatamente. Pertanto, se volete saperne di più su un termine medico, in questo sito è a vostra disposizione il Dizionario dei termini medici. La donna, pur avvezza alle problematiche del ciclo e dei disordini ginecologici o alle esperienze della gravidanza del parto, si rivela molto più sensibile ed attenta alle variazioni funzionali del corpo ed a … Continua a leggere

Il rapporto con il paziente

Una malattia provoca spesso turbamenti, ansia e insicurezze, anche gravi. Il Chirurgo non può e non deve limitarsi esclusivamente ad offrire la propria competenza tecnica ma deve aiutare ed assistere il paziente nelle sue fragilità ed insicurezze per tutto il percorso terapeutico, sia esso breve ed agevole o lungo e doloroso. Il Medico, in particolar modo il Chirurgo, deve avere l’onestà di gestire solo i casi di cui abbia un’ampia e diretta esperienza; deve altresì valutare attentamente il rischio e spiegare il da farsi al paziente, per ottenere un consapevole consenso. In quarant’anni di attività in strutture ospedaliere e private … Continua a leggere

Chi è il prof. Silvestro Lucchese

È un chirurgo con oltre quaranta anni di qualificata esperienza. Ha ricoperto incarichi di elevata responsabilità, svolgendo la sua attività professionale in importanti strutture ospedaliere e cliniche private di Roma. Ha curato e operato migliaia di pazienti, mantenendo con molti di loro, ancora oggi, un rapporto di stima e affetto. Ha maturato in questi anni una ampia e diretta esperienza in: Chirurgia generale e d’urgenza, Chirurgia dei tumori, Cura della stipsi e delle emorroidi, Chirurgia colon-proctologica complessa. Il suo obiettivo è sempre stato quello di alleviare la sofferenza fisica, considerando il Paziente non semplicemente una patologia, una cartella clinica o, peggio, un cliente, … Continua a leggere