Meteorismo: sintomi, dieta e consigli

Il meteorismo è uno dei disturbi più frequenti e fastidiosi. E’ normale eliminare il gas in eccesso, anche se ciò può rivelarsi scomodo ed imbarazzante, tramite eruttazione e flatulenza. La normale produzione giornaliera di gas varia da 0.5 l a 2 l e viene eliminato mediamente 14 volte al giorno tramite l’ano. L’odore sgradevole deriva dai batteri nel grande intestino che rilasciano piccole quantità di gas contenenti zolfo. Comprendere le cause, i modi per ridurre i sintomi ed il trattamento più idoneo ci aiuterà a trovare sollievo. Sintomi e problemi del meteorismo: flatulenza; gonfiore addominale; dolore addominale; eruttazione. Alimenti che causano … Continua a leggere

Flatulenza

Il gonfiore addominale spesso può essere normale, ma vissuto con una consapevolezza diversa. Caso di un disturbo intestinale frequente: l’intestino irritabile provoca movimenti anomali, contrazioni dei muscoli intestinali e una maggiore sensibilità al dolore nell’intestino con sensazione di gonfiore per la maggiore sensibilità al gas. In realtà, qualsiasi malattia che provochi infiammazione od ostruzione intestinale, può anche causare gonfiore addominale. I cibi grassi in eccesso possono ritardare lo svuotamento dello stomaco e provocare gonfiore e disagio, ma non sempre provocano troppo gas. Per avere maggiori informazioni non esitare a contattarmi.

I disturbi più frequenti

I disturbi più frequenti in proctologia (ovvero la scienza che studia le malattie dell’ano e del retto) sono: – Emorroidi – Stitichezza o stipsi – Flatulenza – Meteorismo – Diverticoli – Aerofagia – Disturbi dell’evacuazione – Prolasso del retto – Ernie inguinali In queste pagine potrete trovare risposta per ciascuna di queste patologie e dopo una visita preventiva potremmo insieme analizzare la via migliore per la cura. Il chirurgo proctologico si occupa infatti nello specifico delle malattie dell’ano e del retto. La proctologia si occupa del trattamento medico e chirurgico delle malattie del colon-retto e ano. In particolare, attraverso le … Continua a leggere

Abitudini che provocano la formazione di gas

L’aerofagia è dovuta all’eccessivo ingoio di aria, al bere o mangiare rapidamente, all’uso di gomme da masticare, al fumo o ai difetti di masticazione o protesi dentali. Più frequentemente l’aria viene in parte eruttata ed in parte prosegue nel tenue, dove viene parzialmente assorbita; una piccola quantità prosegue nel colon e viene rilasciata attraverso il retto. Talvolta non siamo in grado di digerire ed assorbire alcuni carboidrati che si trovano in molti alimenti a causa di una carenza o dell’assenza di alcuni enzimi che aiutano la digestione. Nel grosso intestino dove, di solito, la flora batterica intestinale digerisce parte degli alimenti producendo … Continua a leggere

Consigli per evitare il meteorismo

  Mangiare lentamente e senza parlare; Evitare di parlare velocemente; Abolire o ridurre il fumo (che introduce aria); Evitare gli stress; Non coricarsi dopo i pasti; Svolgere regolarmente attività sportiva; Evitare: pasti abbondanti, ricchi di zuccheri, bevande gassate, fritture, gomme da masticare, limitare i grassi; Bere tisane – di finocchio, sedano o menta (eliminano i gas) Usare carbone vegetale (cattura il gas nell’intestino); Usare ciclicamente fermenti lattici (riequilibra la flora batterica); Cuocere sempre la verdura: le fibre sono così parzialmente digerite alleggerendo il lavoro dei batteri intestinali. Alimenti da evitare che inducono meteorismo: Latte, formaggi teneri, ricotta; Insaccati; Cipolla, cavolo, rapa, … Continua a leggere

Il rapporto con il paziente

Una malattia provoca spesso turbamenti, ansia e insicurezze, anche gravi. Il Chirurgo non può e non deve limitarsi esclusivamente ad offrire la propria competenza tecnica ma deve aiutare ed assistere il paziente nelle sue fragilità ed insicurezze per tutto il percorso terapeutico, sia esso breve ed agevole o lungo e doloroso. Il Medico, in particolar modo il Chirurgo, deve avere l’onestà di gestire solo i casi di cui abbia un’ampia e diretta esperienza; deve altresì valutare attentamente il rischio e spiegare il da farsi al paziente, per ottenere un consapevole consenso. In quarant’anni di attività in strutture ospedaliere e private … Continua a leggere

Chi è il prof. Silvestro Lucchese

È un chirurgo con oltre quaranta anni di qualificata esperienza. Ha ricoperto incarichi di elevata responsabilità, svolgendo la sua attività professionale in importanti strutture ospedaliere e cliniche private di Roma. Ha curato e operato migliaia di pazienti, mantenendo con molti di loro, ancora oggi, un rapporto di stima e affetto. Ha maturato in questi anni una ampia e diretta esperienza in: Chirurgia generale e d’urgenza, Chirurgia dei tumori, Cura della stipsi e delle emorroidi, Chirurgia colon-proctologica complessa. Il suo obiettivo è sempre stato quello di alleviare la sofferenza fisica, considerando il Paziente non semplicemente una patologia, una cartella clinica o, peggio, un cliente, … Continua a leggere