Visita proctologica e Terapia

La terapia più consona alla malattia trattata viene scelta durante la visita proctologica deve mirare innanzitutto a rimuovere le cause, siano esse dermatologiche che proctologiche: ciò, però, non sempre è possibile ed allora è necessario attenersi ad alcune importanti precauzioni da adottare. Tutto però sarà analizzato al meglio solo dopo una acurata analisi e dopo che si sarà instaurato tra il paziente e il medico un rapportoreciproco di fiducia permettendo al paziente di lasciarsi guidare al meglio tra le varie scelte terapeutiche.

Talvolta infatti anche certi cibi possono causare il prurito anale, deve essere accertato l’effetto della loro eliminazione da una specifica e personalizzata dieta. Gli indumenti devono essere larghi e non aderenti e le coperte del letto leggere. Dopo ciascuna defecazione, l’area perianale deve essere pulita, tamponando, con carta igienica morbida e poi ben asciugata anche con il phon. Le cause sistemiche e le infestazioni parassitarie devono essere trattate in modo specifico.

Le esperienze dei pazienti 

operati dal Dott. Lucchese

LEGGI QUI