Prurito anale, quali sono le cause più frequenti?

Prenota una visita

Prenota la visita






Visita normaleVisita urgente


Questa richiesta verrà gestita dalla segreteria del Professore, che provvederà a richiamare il paziente per confermare l'appuntamento.
In caso di necessità, telefonare al numero 06 8632 1981 int. 2

Prurito anale

Il prurito anale è un sintomo fastidioso che può manifestarsi, di solito per sudorazione eccessiva, durante la notte, nei periodi caldi dell’anno o dopo un esercizio fisico.  Nei bambini il prurito anale può essere espressione di infezioni parassitarie insorte per trasmissione oro-fecale.

Il prurito anale è dovuto ai parassiti e alla reazione infiammatoria cutanea che provocano le loro larve. Spesso molte persone non presentano sintomi, in molte altre si possono avere anche superinfezioni.

Il prurito, specie quando sia intenso, provoca la necessità di grattarsi e, spesso, lesioni da grattamento che, in un circolo vizioso, possono aumentare il prurito stesso.

Cause frequenti del prurito anale:

  • scarsa igiene
  • lesioni cutanee da indumenti
  • sudorazione eccessiva
  • eccessiva detersione
  • sport – equitazione, ciclismo,ecc.
  • parassiti
  • condilomi
  • infezioni
  • mucosa anale
  • esteriorizzata
  • prolasso rettale muco-
  • emorroidario
  • e perianali

Le numerose cause impongono un’anamnesi approfondita ed un’accurata visita proctologica.

PROMOZIONE NOVEMBRE

Visita specialistica proctologica completa ad un onorario agevolato

Clicca QUI