Quali sono i disturbi ano-rettali più frequenti? – Prof. Silvestro Lucchese, Chirurgo specialista di Roma

Prenota una visita

Prenota la visita






Visita normaleVisita urgente


Questa richiesta verrà gestita dalla segreteria del Professore, che provvederà a richiamare il paziente per confermare l'appuntamento.
In caso di necessità, telefonare al numero 06 8632 1981 int. 2

Quali sono i disturbi ano-rettali più frequenti?

Tra i disturbi ano-rettali più frequenti e diffusi, ci sono:

Prurito – bruciore anale – emorroidi  – ragadi

Il prurito e il bruciore anale sono causati principalmente da malattie ano-rettali spesso banali ma talora subdole:

  • emorroidi e prolasso del retto;
  • ragadi – fistole – ascessi;
  • diarrea;
  • proctite (infiammazione del retto);
  • cicatrici essudative – condilomi – polipi;
  • umidità eccessiva dell’ano (maleodorante, anche con piccole perdite);

Cosa sono le emorroidi?

Frequentissime, sono vene emorroidarie divenute varicose anche a causa dell’età avanzata, sforzi, errata alimentazione, stitichezza:

il ristagno di sangue poco ossigenato, l’ambiente caldo-umido e contaminato, provocano sofferenza della mucosa e dei legamenti con scivolamento del canale ano-rettale in basso, oltre l’orifizio anale, spesso fino al prolasso rettale.

Le emorroidi si aggrediscono spesso con una cura medico–dietetica. Tuttavia, quando c’è l’esigenza di riposizionare manualmente o se rimangono abitualmente fuori dal canale anale, si rende necessario l’intervento chirurgico. Con le tecniche di oggi, l’intervento è rapido, radicale e indolore.

Sintomi e complicanze

  • sanguinamento;
  • prurito;
  • bruciore;
  • muco;
  • incontinenza;
  • crisi dolorose.

La ricerca del benessere e la prevenzione, ancor prima della cura, devono essere l’obiettivo prioritario per la nostra serenità!

Per un approfondimento sulle cure terapeutiche CLICCA QUI

PROMOZIONE GENNAIO

Visita specialistica proctologica completa ad un onorario agevolato

Clicca QUI